Google
Sul Web Su dicearco.it
Flavia Vizzari
L'artista e poetessa Vizzari Flavia si è diplomata "maestro d’Arte" presso L'’Istituto statale d’Arte di Messina, e ha conseguito successivamentela Maturità in Arte Applicata, iniziando a dipingere subito dopo, ottenendo negli anni un valido traguardo artistico a livello nazionale.  E’ Accademica Associata del Verbano, Cavaliere per l’Arte della Contea di Modica, Accademica D’Onore "Il Rombo", Accademica "Giosuè Carducci" d'Ischia, membro H.C. del Centro Divulgazione Arte e Poesia U.P.C.E. di Sutri (VT); collaboratrice della "Messinaweb.eu" di Messina per l'organizzazione di eventi culturali, estemporanee e Mostre d'Arte Internazionali, creatrice della manifestazione periodica peloritana "Messina in Arte"e insieme all’Acc.Il Convivio del Premio d’Arte figurativa messinese "Filippo Juvara"; referente per la Regione Siciliadella Onlus Mecenate di Arezzo; fondatrice e attualmente anche  presidente dell’Associazione siciliana arte e scienza (ASAS).
Ha intensificato e sviluppato la sua produzione poetica circa una mezza dozzina di anni fa,arrivando poi nel Luglio del 2009 a pubblicare il suo primo libro "... e chiovi" edito dalla Edizioni del Poggio di Poggio Imperiale (FG).
Partecipando saltuariamente con le sue Poesie (sia in italiano che in lingua siciliana) a concorsi a livello nazionale, ha ottenuto ad oggi buoni meriti e riconoscimenti, tra i quali si citano per la poesia singola leMenzioniai conc."Emozioni in Armonia" 2002 e 2009 Messina; 4° Premio al Concorso "Severino Caspanello" 2003 Messina ; 10° Posto ( 146 partecip.) alla VII° Ediz. del Concorso “ Poesia e Immagine” 2005, dell’Ass. Urania Lombardia di Cislago (VA);Premio, il 21 Maggio 2005, al Conc. Int. "Vincenzo Rispoli" di Salerno – PAESTUM; Menzione d’Onore, alla VI° Ediz. del Premio "CREATIVITA' ITINERANTE" - 4 Giugno 2005 di Rodi Garganico; 4° PREMIO, il 25 Settembre 2005 al Conc. Di Poesia "Mario Luzi" sez. Dialettale, dell'Ass. Raggio di Sole di Brolo a Gliaca di Piraino (Messina); FINALISTA al 3° Premio Letterario Naz. "Le parole che nascono dall'anima" - Roma 2005; FINALISTA al 4° Conc. Letterario Naz."GensVibia" 2005 (23 Ott.) dell’Ass.Cult. PEGASO di Marsciano a Perugia; MENZIONE d'Onore di Poesia Sezione Dialettale - 22 Ottobre 2006 - XVII° Ediz. Premio NazionaleMadonna di MONTALTO - Messina ; MENZIONE per la Sezione Dialettaleal XXI° Premio COLAPESCE 2006; 12 Luglio 2008, MENZIONE d'ONORE al VI° Concorso "MISTIC ROSE" di Siracusa; 30 Agosto 2008, attestato di partecipazione, "8° Memorial Rosa Balistreri" LICATA – AG; FINALISTA al Concorso Letterario Nazionale "Città di Sortino" 2008; FINALISTA al Premio Letterario Nazionale "IL Calatino" 2008;2° PREMIO sez. LINGUA SICILIANA al Premio Rosario Piccolo 2008, dell'Ass Cult Beniamino Joppolo; MENZIONE per sez. A in Lingua al Premio ASAF "La Rinascita di Messina: Pilastri della Speranza" - 30 Dicembre 2008; FINALISTA 8 Maggio 2009 - 2° Conc. "Sinfonia Dialettale"- Ass. Cult. IL FARO – Roma; PREMIO SPECIALE POESIA IN VERNACOLO (4° posto) 27 Giugno 2009 - "Itinerando l'Arte - il Tram a Messina"; - 2° Premio con COPPA  alla 2° Tappa di "Poesia in Piazza" dell'Ass. Teatro-Cultura BENIAMINO JOPPOLO di Patti- 5 Giugno 2010;FINALISTA Poesia cat. adulti con "Cu' sapi" - 10 Settembre 2010 - 3° Conc. "Sinfonia Dialettale"- Ass. Cult. IL FARO - Roma.

Per il Libro edito " … e chiovi" invece ha già vinto i Premi nazionali :
- PRIMO PREMIO per il LIBRO EDITO di POESIA al Concorso pennacalamaio@zacem.it 2009- 2010 di SAVONA.
- RICONOSCIMENTO DI MERITO - Cat. "A" - LIBRO EDITO per l'Opera " ... e chiovi" - Conc.Int. di Poesia "PREMIO VITTORIO BODINI" - Lecce - Ass. Cult. salentina VITRUVIO - 04 Luglio 2010
- Segnalazione di MERITOalla VIII Edizione del Premio Nazionale di Poesia e Narrativa "SURRENTUM" – Sorrento, 4 Giugno 2011.

Sue poesie sono inserite in Raccolte ed Antologie quali: - "Scrittori del terzo millennio" a cura di Giuseppe Stella - Milazzo SPES 2006; - "Omaggio ai sentimenti" dell'AssociationEuropéennedesCheminots - Palermo 2006; - "Prosa e Poesia" 3° Premio San Valentino - Calatabiano 2005; - "pennacalamaio@zacem.it" dell'Ass. Cult. Savonese Zacem , 2008; "Poesia in piazza" dell'Ass. "B. Joppolo" - Patti - ed MAGI; Antologia Sinfonia Dialettale – Ass. Cult. IL FARO di Roma 2° ediz 2008 e altri …
I versi di Flavia Vizzari sono anche presenti anche su Internet (oltre che al proprio Sito Artevizzari e al Forum Associazione Virtuale) al Concorso Poesi@ & Rete by SputniX.it, http://www.son.it/index.html.it , sul sito del Medico e Umanista dott. Rosario Rocco De Vitis, sul Sito dello scrittore e giornalista Pippo La Delfa, su "Modulazioni" di Franco Santamaria, nell' Official Web Site di Paolo Visconti, in le Paroleperte di Giuseppe Bianco, su www.onlusmecenate.it, sul Parabitaonline, su www.dicearco.it ecc.


Contatti:
Sito web: www.artevizzari.altervista.org
Mail: artevizzari@gmail.com


A piedi scalziAbbrazzannusi
A piedi scalzi
camminerei
per ricchi giorni
d'armonia
intrisi di sapere.

A piedi scalzi
correrei
in riva al mare
per rinascere
in ore felici.

Ad occhi aperti
costantemente vicino
con amore alimento
il presente
di fantasie e realtà.
Strinciuti 'nta li vrazza di la notti

'na friscanza vasa li capiddi

mentri lu trammi circunna la cità

musica e canti allijanu la chiazza

cummigghianu li vuci vivi e muti

puru chiddi ammucciati 'nta lu cori

puru ddi vuci svigghiati e addurmisciuti

e pigghiu lu largu puru cu la menti

"Missina" turna viva 'ntra li genti

mentri abbrazzannusi tutti su' cuntenti.

Abbracciandosi

Cinti nelle braccia della notte/ una frescura bacia i capelli/ mentre il tram circonda la città,/ musica e canti allietano la piazza,/ coprono le voci, quelle vive e quelle silenti,/ pure quelle del cuore,/ pure quelle voci risvegliate e addormentate/ e vado oltre pure con la mente,/ "Messina" torna viva tra le genti/ mentre abbracciandosi, tutti sono contenti.
AmoreAngelo
A te rivolgo questi miei versi
che accompagnano
il fluire dei miei pensieri,
vogliono sussurrarti
con dolci parole
un Amore infinito.

Tu, mio pensiero costante
inebri i miei giorni
rendendoli ricchi
di fascinosi colori,
come albe dorate
che cingono il nostro mondo.

Un oceano azzurro
sprigiona la forza
di un sentimento profondo,
che rinasce ad ogni
bocciolo che apre alla vita,
rinnovando infinita emozione.
Angelo visibile dei sogni
già contempli le mie prime ore
nel susseguirsi dei giorni,

palpiti fuggevoli indorano
quotidiani momenti del vissuto,
mentre rintocchi scuotono il torpore

e piacevoli indugi ritmano attimi
resi dolci da nuove inattese
che colorano l’infinito di tinte pastello;

ma oltre il luminoso orizzonte
logiche svettano su aurei picchi
innalzati verso il cielo lontano,

a liberare invitano salde fiocine,
tra gaie luci e ritagli di cieli,
saldanti equilibri dell’anima.
Cala lu sipariuCome una principessa
Cala lu sipariu
mittennu di parti
travagghi e spassu
pi' n'utru giru
di jurnati diffìrenti.

Cala lu sipariu
e lu preju finisci
aumintannu lu sbriu
di li sciampagnuni cuntenti
c’abballunu fistanti.

Cala lu sipariu
sfugghiannu purtali musuniati
ca si rivotunu strazzannu
fogghi di spiritu putenti
cannìannu 'spittanzi scunfinati.

Cala il sipario

Cala il sipario/ mettendo da parte/ lavori e svago/ per altre/ giornate diverse. // Cala il sipario/ e la contentezza finisce/ aumentando l’allegria/ di festanti gioiosi/ che ballano contenti.// Cala il sipario/ sfogliando pagine sciupate/ che si rigirano rovinando/ pagine di grandi emozioni/ logorando attese senza fine.
Come una principessa te ne sei andata
coperta di tulle e ricami pastello
sorridente e ormai libera
di viaggiare lontano dall’umano soffrire
la tua forza annientata da fatale evento
si è dolorosamente spezzata
tra insonni attese impotenti
e non avrai più bisogno di ricercare compagnia
perché ora sorridi al nuovo mondo
e in serenità viaggi ornata senza affanno
finalmente in spensierati cori.

Tra accettazione e sgomento ci ritroviamo
increduli come in sonno che permane
ad osservare spazi ormai vuoti
dove evanescente pensiero vaga
senza meta tra fantasie e realtà
invadendo bagliori intermittenti
e osservi adesso le disarmanti operosità
poiché ora tutto ascolti senza filtri ovattati
e senza difficoltà puoi peregrinare sfogliando
altre pagine da leggere create da chi resta
a comporre ancora fronzoli e orpelli.