Google
Sul Web Su dicearco.it
Gianluca De Grossi
L’attività artistica orientata verso il mondo dell’arte comincia nel maggio del 1994.
Nato a Imola (BO) nel 1970, l’artista ha sempre avuto la tendenza verso il disegno artistico e verso il mondo dei colori. Conseguito il diploma di maestro d’arte , all’istituto statale d’arte di Bologna, decise di abbandonare i canoni accademici a lui imposti, ricercando al contrario un’espressione artistica e iconografica del tutto personale, sciegliendo di essere un’artista completamente autodidatta.
I primi anni della sua produzione, l’artista realizza opere proiettate su diversi orizzonti, rientrando nella sfera del puro eclettismo,poi successivamente la sua visione artistica subirà una leggera e graduale trasformazione, alla volta di una più decisa personificazione stilistica, che caratterizzerà la mano e la mente dell’autore.
La ricerca tecnico espressiva è alla base della sua pittura.
Bisogna sottolineare con particolare rilievo la forte tendenza nel ricercare il contrasto dei colori, i quali emergono carichi di luce ed energia, da fondi scuri o variopinti.
CARATTERISTICA TECNICA: uso del pennello, gli sfondi vengono preparati con colori acrilici diluiti , i soggetti vengono rappresentati con colori a olio,non diluito.
CARATTERISTICA TECNICA DAL 2009 IN POI: uso del pennello, l’opera viene realizzata completamente a olio.
La produzione artistica è divisa in 5 periodi o tendenze:

1° periodo: eclettismo maggio 1994/maggio 1997
Fase di ricerca, sperimentazione

2° periodo: surrealismo prospettico maggio 1997/aprile 1998
Le stanze prospettiche: ogni contesto, oggetti e soggetti, sono circoscritti all’interno di stanze.
Assenza di uno o più pareti nella stanza: periodo transitorio che aprirà le porte alla fase pittorica successiva.

3° periodo: surrealismo onirico aprile 1998/ settembre 2005
Annullamento della stanza prospettica. La mente è libera di Spaziare nell’infinito, verso un paesaggismo surreale, non più soffocato dalle pareti di una stanza.

4° periodo: surrealismo simbolico settembre 2005/ dicembre 2007
Fase nuova in cui la terra e il cielo sono rispettivamente al loro posto, non più capovolti e sconvolti come nel periodo precedente.

5° periodo: realismo e surrealismo dicembre 2007 in poi…
Fase in cui oggetti e soggetti della vita quotidiana vengono inseriti in un contesto, a metà strada tra il reale e il surreale.



Contatti:
Sito web: www.degrossi.it
Mail: gdg.70@libero.it



Le immagini hanno una risoluzione di 1024px di larghezza.
Per monitor con media risoluzione possibile guardare le foto con risoluzione 800px di larghezza cliccando qua


                       


Ai confini del tempoCrocifissioneIl futuro nascosto
Il mio rifugioIl molo n 7La locomotiva per l'ignoto
La mongolfiera rubataLa terra delle maschereLuce d'argento
Nella terra del silenzio