Google
Sul Web Su dicearco.it
Fonte: Il fatto quotidiano
Zingaretti tiene fuori i renziani dalla nuova segreteria del PD
Condividi                       

Ancora più duro il commento del deputato Luciano Nobili: “Si parla di nuovo Pd, Zingaretti ci spieghi come funziona: vedo tanta nostalgia del passato, uno sguardo indietro, alle ‘gioiose macchine da guerra, al ‘torniamo al bipolarismo’ …non vedo novità, solo un vecchio, insopportabile giustizialismo” dice il presidente dell’Associazione Sempre Avanti, ad Assisi alla convention dell’area renziana di Roberto Giachetti ed Anna Ascani.

Solidarietà a Lotti, “oggetto di vergognose parole e comportamenti da compagni di partito – ha proseguito Nobili – L’unica cosa nuova nel Pd è una minoranza che non fa il fuoco amico su chi ha vinto il congresso, diversamente dal passato – ha detto Nobili, con Giachetti e la vicepresidente Pd Anna Ascani accanto a lui -. Ma la nostra lealtà ha un limite che si chiama pazienza. Alcuni esponenti della maggioranza Pd dicevano in campagna elettorale ‘dovremmo fare un accordo con M5S’, mentre noi ci siamo concentrati sulla campagna. L’unico allargamento di ‘Piazza Grande’ e “campo largo’ sono stati D’Alema e Bersani. D’ora in poi saremo leali ma intransigenti”.

Anche Ernesto Magorno, senatore, elogia il gesto del compagno di partito: “Più volte ho sottolineato l’onestà e la trasparenza di Luca Lotti. Oggi, alla luce della scelta non dovuta di autosospendersi dal Pd, non posso non rimarcare la generosità di Luca Lotti che mostra, alla prova dei fatti, di essere un gigante nei confronti di tanti altri”. Di generosità parla anche Simona Malpezzi, vicepresidente del gruppo dem a Palazzo Madama: “La decisione di Luca Lotti è generosa e non dovuta. Siamo arrivati al paradosso di una campagna denigratoria che non è neanche supportata da una indagine e da reati contestati.

Risulta particolarmente assurdo descrivere un deputato dell’opposizione, quale è Luca Lotti, come il burattinaio di nomine che peraltro spettano al solo Csm. Chi ha speculato su questa vicenda, anche dentro il Pd, sappia che difenderemo in tutti i modi, ed in tutte le sedi, la sua natura profondamente garantista. Fiera di essere a fianco di Luca anche ora. A testa alta, sempre. Noi andiamo avanti”. Stesso tono di Antonello Giacomelli, deputato del Pd ed esponente di Base riformista: “La scelta generosa e leale di Luca Lotti lascia amarezza in molti di noi ma ha la non diffusa caratteristica di mettere l’interesse della sua comunità politica prima di ogni valutazione personale. Questa scelta apre anche la strada ad una necessaria, esaustiva riflessione sul rapporto tra politica e magistratura che evidentemente non può essere ridotto alle questioni di cui leggiamo in questi giorni”.

Anche ieri per Lotti erano scesi in campo tanti dem come Salvatore Margiotta: “È davvero una brutta giornata, nel Pd ha vinto la linea dettata dal festival dell’ipocrisia. La decisione di Luca Lotti sottolinea ancora una volta la sua trasparenza, e la sua voglia di lottare contro il fango di un’inchiesta giornalistica dai contorni ancora poco chiari.

Io ricordo solo che il Pd o è garantista o rischia di non avere più ragione di essere”. “L’autonoma decisione di Luca Lotti di autosospendersi dal Pd è un gesto di grande generosità da parte di una persona che ha a cuore la propria comunità politica” scriveva su Facebook il senatore Pd Eugenio Comincini. “Questa scelta sofferta- sottolinea- però mette in luce due ordini di problemi, che non potranno non essere dibattuti nelle competenti sedi del Partito: partendo dal presupposto che l’interessato non è oggetto di alcuna indagine e che la Giustizia non gli ha contestato alcun fatto, che valore ha una comunità politica che da più parti ti “spara” addosso? Il Pd è ancora un partito garantista? Questa vicenda genererà strascichi pesanti. Saranno strascichi politici, non certo giudiziari. Vedrete”.

Anche il presidente dei senatori, Andrea Marcucci, commentava duramente: “Il Pd deve chiarirsi su un principio fondativo, il garantismo non può essere usato a fasi alterne, o a seconda delle aree politiche. Luca Lotti va ringraziato per una decisione di trasparenza che non era affatto dovuta. Sono convinto che tra qualche tempo saranno in molti, anche tra i dirigenti del Pd, che dovranno scusarsi con lui per le parole usate in queste ore. Luca Lotti va ringraziato per una decisione di trasparenza che non era affatto dovuta. Sono convinto che tra qualche tempo saranno in molti, anche tra i dirigenti del Pd, che dovranno scusarsi con lui per le parole usate in queste ore”.

“La scelta compiuta da Luca Lotti dimostra la sua sensibilità e la sua volontà di mettere al primo posto il bene del Partito democratico. È una scelta difficile, che molti di noi accolgono con dispiacere, ma che non può che essere guardata con rispetto e apprezzamento. Ma sicuramente una decisione che è il segno della sua qualità politica e umana. E che tuttavia non lo ripagherà della sofferenza subita in questi giorni” scriveva in una nota Lorenzo Guerini.

Per Lotti poi la solidarietà di Raffaella Paita: “A quelli che in questi giorni lo hanno attaccato senza ricercare la verità, anche dentro il Pd, voglio dire che la caccia alle streghe è una vergogna politica e umana. E che il Pd non deve essere un luogo in cui si consumano rivalse. A quanti oggi gridano allo scandalo per intercettazioni non pubblicabili vorrei porre un quesito: cosa verrebbe fuori dalle vite di chi oggi da lezione se fossero intercettate con un trojan? Caro Luca faremo ancora tante battaglie – a testa alta – insieme”. Per Lotti si sono poi spesi Alessia Rotta, Caterina Biti, Debora Serracchiani, Graziano Delrio, Stefano Ceccanti, Enrico Borghi, Valeria Valente, Valeria Sudano, Francesco Verducci.
16 Giugno 2019



Sicilia in agonia, il Sud si svuota

11 Agosto 2019- Il Sud sta morendo. Non è un'esagerazione. C'è un pezzo d'Italia che sta sprofondando nella recessione, dove non si trova un lavoro, dove i giovani scappano via, dove la popolazione diminuisce e invecchia. Un pezzo d'Italia senza futuro. Un pezzo d'Italia dove vivono, male, più di venti milioni di persone. Nel giorno in cui lo Svimez ha pubblicato il suo rapporto annuale sul Mezzogiorno, ...continua
Salvini: “Niente inciuci”. Di Maio detta 3 punti. Calenda: “L’idea di Renzi? Folle”

11 Agosto 2019- Poteva essere una tranquilla domenica di metà agosto, ma la crisi di governo ha stravolto i giochi. E così eccoci a raccontare una giornata che si scalda fin dalle prime ore della mattina. Il primo a intervenire è Matteo Salvini che su Twitter ribadisce la sua contrarietà a un esecutivo di transizione. "Inciuci, giochetti di palazzo, governi tecnici o ...continua
Grillo: “Salvare l’Italia dai nuovi barbari. Cambiamenti? Subito, altro che elezioni”

11 Agosto 2019- Un post di trenta righe che parla di biodegradabilità, lavatrici buttate nei fiumi e plastica nei mari. Ma che nei fatti segna il ritorno in campo di Beppe Grillo, a tre anni e mezzo dal fatidico “passo di lato” dal Movimento 5 stelle. “La coerenza dello scarafaggio”, è l’intervento del fondatore che sembra condividere la proposta di Luigi Di Maio: ...continua
Il M5s cerca l'inciucio col Pd per non andare a elezioni

11 Agosto 2019- Ormai è guerra aperta tra la Lega e i Cinque Stelle. I due ex alleati hanno, infatti, visioni diametralmente opposte su come gestire la crisi di governo: Matteo Salvini vuole portare gli italiani al più presto alle elezioni, mentre i pentastellati studiano un inciucio per tirare in lungo la legislatura. Lo ha detto chiaro e tondo Beppe Grillo in un post che invita i suoi a ...continua
Il patto segreto sul voto

11 Agosto 2019- Matteo Salvini, che è un appassionato di divise e strategie militari, deve avere studiato nei minimi particolari la Blitzkrieg, la guerra lampo con cui Adolf Hitler conquistò la Polonia il primo settembre del 1939. Oggi come allora, le guerre lampo riescono se vengono attuate quando l'avversario meno se l'aspetta: i generali tedeschi scelsero il primo settembre; Salvini li ha superati, optando per il ...continua
Ora i 5 Stelle si giocano la carta Conte. Ma occhio a "Dibba"

11 Agosto 2019- Mettersi alle spalle l'alleanza con Matteo Salvini e guardare avanti. È l'obiettivo del Movimento 5 Stelle, chiamato a riorganizzarsi dopo lo choc dell'addio della Lega all'esecutivo giallo-verde. Gli scenari sono diversi e imprevedibili. Per questo motivo, venerdì pomeriggio Luigi Di Maio ha riunito a Palazzo Chigi i big del Movimento. Presenti tra gli altri Davide ...continua
Pisapia: "Serve un governo di transizione. Salvini? È autoritario"

11 Agosto 2019- "Un governo di transizione, anche un esecutivo di minoranza, che prepari le elezioni e si incarichi di raddrizzare la barra economica salvandoci dal baratro". A chiederlo, in un'intervista al Corriere della Sera, è l'ex sindaco di Milano Giuliano Pisapia. Oggi eurodeputato per il Pd, Pisapia pensa a un traghettatore, "qualcuno in grado di dialogare ma che sia ...continua
Egocentrismo - Il nuovo male del secolo. E come guarire.

5 Agosto 2019- di Mario Furlan Quando ero bambino sentivo parlare del “male del secolo”. Quella persona era morta del “male del secolo”: era il cancro. Ma c’era quasi paura a pronunciare quella parola, così si usava l’eufemismo “male del secolo”. Purtroppo questa brutta malattia, che colpisce mediamente una persona su quattro, non è ancora sconfitta. Però c’è una malattia, secondo me, ancora ...continua
I movimenti sul conto corrente che scatenano il Fisco

5 Agosto 2019- di Angelo Scarano Come abbiamo ricordato in queste settimane, la Supernagrafe del Fisco ha una nuova arma: il Risparmiometro. L'Agenzia delle Entrate infatti sta già monitorando i conti correnti degli italiani per rilevare gli eventuali scostamenti tra quanto dichiarato e i risparmi. Una strategia che già a partire dai primi mesi del prossimo anno potrebbe portare a ...continua
"Disastroso", "Fannullone": botta e risposta Salvini-Renzi

5 Agosto 2019- di Gianni Carotenuto La polemica politica non va mai in ferie, neppure nella prima domenica agostana. Protagonisti del botta e risposta giornaliero Matteo Salvini e Matteo Renzi. Il segretario della Lega, su Twitter, ha dedicato un post al Pd criticandolo ironicamente per la doppia raccolta firme allestita da Renzi e Zingaretti per chiedere le sue dimissioni, al che l'ex ...continua
CENACOLO
Diventa protagonista di questo spazio, scrivici agli appositi indirizzi che trovi all'interno delle sezioni.
Pubblicizza in questo spazio i tuoi eventi
Scatti
Statue di Sabbia
Cucina
Ciuppin
Storia
Contribuisci a diffondere la storia della tua terra