Google
Sul Web Su dicearco.it
Fonte: Il Giornale
"Rischio di chiudere, per il governo non esistiamo"
Condividi                       

di Carmelo Caruso

Ogni sera penso di chiudere e ogni mattina mi ripeto che non devo. In questo paese sono ormai più gli incentivi per chi non lavora che quelli per chi a lavorare invece continua».

Dal 1956 la panetteria di Francesco Rizzo è tra le più celebrate di Castelvetrano, paese in provincia di Trapani. Qui è speciale la cottura, («cotto con le foglie di ulivo») e per materia («grano duro»). Francesco ha 32 anni ed è un «panettiere di ritorno». Da ragazzo ha lasciato la Sicilia, studiato economia e turismo. Si è laureato. Viaggiato. «Poi mi sono trasferito in Svizzera. Dalla Svizzera in Emilia Romagna. A Rimini». Da quattro anni ha deciso di tornare in paese, «perché si sa come va. Ti prende la voglia di lasciare tutto e venirti a riprendere questo sole».

Ma forse ha perso uno stipendio.
«Uno stipendio ottimo. A Rimini percepivo 2 mila euro al mese. Lavoravo nel settore alberghiero. Chi sceglie di fare l'artigiano ha sempre una ragione familiare. Una storia dietro».

E lei la ha dal 1956. La panetteria si chiama La bottega del pane. Rizzo e sforna alla vecchia maniera.

«È un panificio da tre generazioni. Mio nonno, poi mia madre, mio padre e adesso io. Ho sentito l'odore del pane caldo sin da ragazzo. È per loro che ho scelto di tornare a occuparmi del forno ma mai avrei creduto che fosse cosi difficile. Potrei rischiare di essere io quello che lo chiude».

Quanti ne ha visti sparire?
«A Castelvetrano siamo circa 29 mila abitanti e solo nell'ultimo anno ne ho visti chiudere 10. In silenzio. Moltiplichi per il resto d'Italia».

Non fate rumore e non indossate gilet.
«È forse per questa ragione che per il governo non esistiamo. La mattina mi capita ormai di vedere le saracinesche abbassate dei colleghi ed è allora che capisco. Oggi ha gettato la spugna un altro. Ho un'attività piccolissima. Panifico 200 kg di pane al giorno. Più piccolo sei e più pericoloso è sopravvivere».

Numero di dipendenti?
«Quattro e tutti regolari. Ci tengo a dirlo. La sofferenza si deve anche questo. Alla precisa scelta di rimanere nella legalità».

Ha mai fatto i conti?
«Nel nostro settore la tassazione arriva ormai al 60 per cento. Per tenere in regola un dipendente occorrono quasi 5 mila euro al mese. Non voglio ripetere che al Sud fare impresa è già un'impresa, ma voglio solo dire che oltre alle tasse dobbiamo fare i conti con la concorrenza sleale, con la mancata vigilanza dello Stato. Non mi sembra che nessun governo e neppure questo del cambiamento abbia mai cambiato in questo senso».

Quante ore lavora?
«Dalle 12 alle 18 ore. Mi sveglio ancora di notte e come vede sto rispondendo anche adesso al telefono. È sera».

In Italia si ragiona di Alta velocità e immigrati ma si lasciano lentissimamente scomparire i vecchi mestieri.

«Si parla di immigrazione, di Tav e ora al Sud si aspetta il reddito di cittadinanza. Anche qui è atteso e può immaginare come la penso».

Non ti piace?
«Sento operai che parlano come economisti. Sta passando l'idea che sarà come mettersi in vacanza. Si fa fatica ormai a trovare ragazzi che abbiano voglia di imparare un lavoro. Io non li trovo più. Me lo lasci dire. Non è così che un'economia cresce».
3 Febbraio 2019



Povertà, Istat: In Italia 5 milioni di individui

18 Giugno 2019- Sono più di 1,8 milioni le famiglie italiane in condizioni di povertà assoluta, un’incidenza pari al 7%, per un numero complessivo di 5 milioni di individui (8,4% del totale). Lo dicono i dati pubblicati dall’Istat che spiegano come, pur rimanendo ai livelli massimi dal 2005, la crescita del numero di nuclei familiari in stato di povertà assoluta si sia arrestata rispetto all’anno prima. ...continua
Pd, Zingaretti: “Ricostruire fiducia tra noi. Renziani: La segreteria non è all’altezza

18 Giugno 2019- Tenere tutti insieme e andare oltre le polemiche. In stretta osservanza con quella “vocazione ecumenica” che è stata la sua cifra politica e la rotta seguita nella gestione della Regione Lazio. Dopo giorni di dibattito per le scelta fatte nella costruzione della nuova segreteria e il caso Csm-Lotti, Nicola Zingaretti ha lanciato il suo appello ...continua
PG della Cassazione chiede la sospensione da funzioni e stipendio per Palamara

18 Giugno 2019- Finora al Csm erano state inviate le trascrizioni operate col trojan installato sul cellulare di Palamara fino al 16 maggio. Sono quelle che documentano l’incontro tra l’8 e il 9 maggio per discutere le manovre da seguire per nominare il nuovo procuratore di Roma tra il pm, i deputati del Pd Luca Lottie Cosimo Ferri (il primo imputato dalla procura di Roma, ...continua
Michel Platini arrestato in Francia per corruzione

18 Giugno 2019- “L’ex presidente della Uefa Michel Platini arrestato e ora in stato di fermo a Parigi“: la notizia è stata pubblicata dal sito francese Mediapart e fa ripiombare il mondo del calcio nello spettro dei brogli e delle combine internazionali. Questa volta non si tratta di match truccati: la vicenda è ben più rilevante e ritorna a toccare una vicenda mai del tutto chiarita, ovvero ...continua
Natalia Aspesi: Gli italiani adorano i propri carnefici"

16 Giugno 2019- Due anni fa, ci aveva detto: “Se vincono i 5 stelle, mi sparo”. Per fortuna, non è stata di parola: “Sono una vecchia strega casalinga. Ho scelto la sopravvivenza, fantasticando ogni genere di crudeltà contro Salvini e Di Maio”. Per mesi, abbiamo molestato Natalia Aspesi – la più grande campionessa vivente del giornalismo italiano – per chiederle come è riuscita a superare, ...continua
Forza Italianel caos. Vitali: "Pronto a seguire Toti.

16 Giugno 2019- "Trovo interessante quello che dice Giovanni Toti, uno dei pochi che afferma pubblicamente ciò che pensa. Ho sostenuto gli stessi concetti nella riunione del gruppo al Senato e in due colloqui privati con Berlusconi. L'analisi che fa Toti è corretta e la sua diagnosi è precisa". Lo afferma ad Affaritaliani.it il senatore di Forza Italia Luigi Vitali, ex coordinatore del partito ...continua
Gad Lerner dice che la sinistra ha dimenticato gli operai. La verità è che li ha traditi

16 Giugno 2019- In un suo articolo sul rotocalco turbomondialista "La Repubblica", Gad Lerner ragiona sul perché la sinistra ha perduto i suoi consensi presso i lavoratori. L'articolo è interessante e si intitola "La sinistra che ha dimenticato gli operai e quei milioni di voti persi". Mi permetto di precisare: la sinistra non ha "dimenticato gli operai", li ha ...continua
Rivolta nel carcere di Poggioreale

16 Giugno 2019- Altissima tensione nel carcere Poggioreale di Napoli, per una violenta rivolta da parte della quasi totalità dei detenuti ristretti nel Padiglione Salerno (circa 300 detenuti). Una situazione incandescente, con una Sezione detentiva distrutta dai rivoltosi. ''Situazione è molto grave'', denuncia Emilio Fattorello, segretario nazionale per la Campania del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Sappe. ...continua
Zingaretti tiene fuori i renziani dalla nuova segreteria del PD

16 Giugno 2019- Ancora più duro il commento del deputato Luciano Nobili: “Si parla di nuovo Pd, Zingaretti ci spieghi come funziona: vedo tanta nostalgia del passato, uno sguardo indietro, alle ‘gioiose macchine da guerra, al ‘torniamo al bipolarismo’ …non vedo novità, solo un vecchio, insopportabile giustizialismo” dice il presidente dell’Associazione Sempre Avanti, ad Assisi alla ...continua
Luca Poniz, eletto il nuovo presidente dell'ANM

16 Giugno 2019- È Luca Poniz il nuovo presidente dell’Associazione nazionale magistrati. Pm a Milano, già vicepresidente Anm ed esponente di Area, la corrente di sinistra delle toghe, Poniz succede a Pasquale Grasso, che oggi ha lasciato in polemica l’incarico. L’Anm doveva subito voltare pagina e non si è atteso come previsto il 6 luglio per il rinnovo dei vertici. Giuliano Caputo di Unicost è ...continua
CENACOLO
Diventa protagonista di questo spazio, scrivici agli appositi indirizzi che trovi all'interno delle sezioni.
Pubblicizza in questo spazio i tuoi eventi
Scatti
Costruzioni Lego
Cucina
Pasta 'ncaciata
Storia
Contribuisci a diffondere la storia della tua terra