CENACOLO
Diventa protagonista di questo spazio, scrivici agli appositi indirizzi che trovi all'interno delle sezioni.
Pubblicizza in questo spazio i tuoi eventi
Scatti
Aerei Supersonici
Sport
Opinioni a cura di Romolo Rossi
Storia
Contribuisci a diffondere la storia della tua terra

Tre tazze di t
Di Pippo Nostro, Marted 20 Marzo 2012 - Commenti (0)

La prima volta che bevi un tè con noi sei uno straniero, la seconda volta sei un amico, la terza volta sei parte della famiglia. E per la famiglia siamo pronti persino a morire. Così recita un detto balti, antica popolazione indoeuropea nel nostro caso di stanza nella regione a nord-est di Pakistan ed Afganistan, luogo tra i più miseri della terra, confinante con India e Cina. Da queste parti si trovava l’appassionato di alpinismo Greg Mortenson nel 1993 per tentare la scalata del K2, la seconda cima più alta del mondo. L'impresa non riuscì per poche centinaia di metri. Mortenson, costretto a tornare indietro e perso l’orientamento, raggiunse con difficoltà il villaggio di Korphe, un piccolo territorio tra i ghiacci, lontano da tutto e da tutti. Qui viene curato, assistito, ospitato per un tempo tale da creare nella mente di Greg Mortenson uno stravolgimento di valori che muterà da allora il corso della sua esistenza. I bambini del villaggio che all’aperto e senza maestro scrivevano per terra con dei bastoncini fanno esplodere nella mente di Greg il bisogno di soccorrere quella gente con la creazione di luoghi organizzati per l’apprendimento. Scuole. Nasce così l’idea di costruire in quei posti così remoti e poveri, scuole con maestri e dotazione di tutto l’occorrente educativo e didattico, per dare l’opportunità a tanti bambini e soprattutto bambine di sognare una vita diversa. Impresa, questa, molto più ardua di una scalata alpinistica, in una regione in cui il retaggio culturale e la tradizione nega il diritto all’istruzione della donna. La pazienza, la delicatezza, l’umiltà di Greg, che riesce a calarsi nella società locale per comprendere la cultura, capire la religione, il rispetto degli anziani, le tradizioni, far propri i costumi di vita, riescono a far breccia tra questa gente. Greg “l’americano”, indifferente alle fatwe proclamate contro di lui ed alle minacce dei talebani, diventa “uno di loro”. Nasce così il Central Asia Institute, una ONG che dal 1993 ha costruito in Pakistan ed Afganistan oltre 120 scuole promovendo soprattutto l’istruzione femminile. Mortenson racconta questa bella storia in un coinvolgente libro divenuto in breve tempo un best seller mondiale, “Tre tazze di tè”, che trascina il lettore all’interno di un mondo incredibile per le nostre menti inebriate di spread e benessere.
Naturalmente come in tutte le storie positive di questo mondo anche in questa si trova il “dietrologo detrattore” che spulciando tra gli episodi cerca di screditare il personaggio togliendo qualcosa qua e là. Effimero discredito mercenario presto cancellato dagli accadimenti.
Le scuole, le comunità locali, i bambini e specialmente le bambine, in moltissimi casi adulte e divenute esse stesse insegnanti, sono lì a testimoniare gratitudine e riconoscenza per un miracolo reso possibile da un idealista che continua a creare istruzione ed educazione in posti dimenticati dall’umanità.

Khaled Hosseini, nato a Kabul, autore di un altro splendido libro sul martoriato Afganistan “Il cacciatore di aquiloni” , ha encomiato l’operato di Greg Mortenson, additandolo ad esempio per conquistare i cuori e le menti della gente e chiudendo la sua prefazione al secondo libro di questo semplice ed umile sognatore “La bambina che scriveva sulla sabbia” così: Tashakor, grazie Greg jan, amico, per tutto ciò che fai.


Fonte foto:

                     




Scrivi

Commenti

Non ci Sono ancora commenti per questa discussione. Riprova pi tardi, Grazie.



Inserisci il tuo Commento

Nome*:
Cognome*:
Mail*:
Sito Web:
Commento*:
( )

*Campi Obbligatori

Il nostro Blog è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul nostro blog

Non sono consentiti: 
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome) 
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Informativa art.13 D. Leg 196/2003.
Desideriamo informarla che il D. Leg. N. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della sua riservatezza e dei suoi diritti. Ai sensi dell'art.13 del D.Leg.196/2003 le forniamo, quindi, le seguenti informazioni
1)I dati da lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità; concernenti l'attivitàinformatica del sito
2)Il conferimento dei dati è; facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza
3)I dati da lei forniti non saranno oggetto di divulgazione

Opinionista - Divulgatore
Opinionista - Divulgatore