CENACOLO
Diventa protagonista di questo spazio, scrivici agli appositi indirizzi che trovi all'interno delle sezioni.
Pubblicizza in questo spazio i tuoi eventi
Scatti
Spiagge
Sport
Opinioni a cura di Romolo Rossi
Storia
Contribuisci a diffondere la storia della tua terra

Gender
Di Pippo Nostro, Mercoledì 1 Aprile 2015 - Commenti (0)

E’ un insieme di teorie originate da studi condotti dallo psicologo John Money, negli anni cinquanta del secolo scorso e che hanno avuto un’accelerazione particolare nei successivi anni settanta-ottanta. Secondo queste teorie non è il sesso a determinare i comportamenti da maschio o da femmina ma una costrizione culturale. Più semplicemente si impara a vivere da maschi o da femmine secondo una costruzione sociale che impone dei canoni comportamentali atavici all’interno della comunità umana. Conseguentemente viene abolita l’identità sessuata e sostituita dall’identità di genere (gender). Ai generi esistenti nel linguaggio grammaticale, maschile, femminile, neutro, si aggiungono quelli previsti dall’acronimo LGBTQ (lesbiche, gay, bisessuali, transessuali, queer- sensibilità sessuale indefinita) ed altri ancora a seconda degli Stati o Istituzioni che seguono l’orientamento “gender” . Scompare quindi da alcuni codici civili l’indicazione di “padre” e “madre”, sostituita da “genitore 1” e “genitore 2”. Scompare dai moduli l’indicazione “sesso” sostituita da “genere” . Si arriva perfino (accade in alcuni asili italiani e non) a far scambiare gli abiti a bambini e bambine per abituarli ad una identità indistinta. Tutto questo in nome di una equivoca equiparazione dei possibili orientamenti che porterebbe ad un mondo fatto di persone uguali.

Nobile è il presupposto di realizzare una società di individui liberi e con uguali diritti e doveri, senza distinzione di razza, sesso, religione, o quant’altro possa portare a discriminazioni, ma esistono già leggi, regolamenti e buon senso. Chi non le applica ha quantomeno problemi di razionalità, ma non per questo bisogna distorcere quanto la natura ha sapientemente costruito e creare confusione mentale fin dalla prima infanzia.

La donna è caratterizzata dai cromosomi XX e l’uomo dai cromosomi XY quindi fin dalla nascita ogni cellula crea delle differenze fisiche, cerebrali, ormonali e relazionali prima di qualsiasi influenza ambientale.

Oggi, nel mondo occidentale, il gender si è trasformato da teoria psicologica a proposta politica. La Comunità economica europea ne finanzia persino i programmi già trasformati in iniziative scolastiche e legislative. Una teoria concepita per l’uguaglianza si sta trasformando in qualcosa di diverso, di dimensioni inaspettate ed ingiustificate, tali che si ha quasi la percezione di essere dalla parte sbagliata se si è eterosessuali e si ha una famiglia normale (uomo-donna-figli).

E’ vero che l’uomo riesce ad estorcere da ogni buona” tesi” una cattiva “antitesi” ma è pur vero che nel confronto dialettico si riesce sempre a trovare una giusta “sintesi” per individuare i percorsi che aiutano ad andare avanti.

Mi sia concesso quindi di dubitare che l’estremizzazione del pensiero “gender” possa un giorno portare alla gestazione maschile.


Fonte foto: http://www.meteoweb.eu/2014/07/pensi-come-uomo-donna-test-svela-sesso-cervello/297956/

                     




Scrivi

Commenti

Non ci Sono ancora commenti per questa discussione. Riprova più tardi, Grazie.



Inserisci il tuo Commento

Nome*:
Cognome*:
Mail*:
Sito Web:
Commento*:
( )

*Campi Obbligatori

Il nostro Blog è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul nostro blog

Non sono consentiti: 
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome) 
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Informativa art.13 D. Leg 196/2003.
Desideriamo informarla che il D. Leg. N. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della sua riservatezza e dei suoi diritti. Ai sensi dell'art.13 del D.Leg.196/2003 le forniamo, quindi, le seguenti informazioni
1)I dati da lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità; concernenti l'attivitàinformatica del sito
2)Il conferimento dei dati è; facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza
3)I dati da lei forniti non saranno oggetto di divulgazione

Opinionista - Divulgatore
Opinionista - Divulgatore