CENACOLO
Diventa protagonista di questo spazio, scrivici agli appositi indirizzi che trovi all'interno delle sezioni.
Pubblicizza in questo spazio i tuoi eventi
Scatti
Aerei Supersonici
Sport
Opinioni a cura di Romolo Rossi
Storia
Contribuisci a diffondere la storia della tua terra

IMMAGINIAMO…
Di Pippo Nostro, Giovedì 5 Marzo 2015 - Commenti (1)

Immaginiamo di far parte di una potente lobby che gestisce il presente per programmare il futuro. La molla che ci spinge a farne parte può essere il puro desiderio di potere, la voglia di far dipendere le azioni degli altri dalla nostra volontà, il desiderio innato dell’uomo, più o meno recondito, di signoreggiare sugli altri. E’ più forte del denaro!

Bene, forti di questa posizione dobbiamo dar vita ad una società di individui privi di coscienza, senza ideali o riferimenti, isolati. Ci aiuta la trasformazione della comunità umana da agricola in industriale (cosa già avvenuta in occidente e che sta avvenendo in oriente). Questo accadimento da vita ad un fenomeno nuovo “ il consumismo” che cambia radicalmente il canone comportamentale dei popoli. Ed è ciò che imprime un’accelerazione perversa alla nostra ipotesi immaginaria. Adesso che le fabbriche hanno preso il posto dei campi e producono in continuazione è necessario stimolare i consumi. Di questo si occupano campagne mediatiche senza soluzione di continuità che convincono a comprare beni e servizi di cui, francamente, fino al giorno prima non se ne sentiva la necessità. Fatto questo e resi tutti più infelici, perché i desideri crescenti e inappagati allontanano dalla felicità, si punta all’estremizzazione dell’individualismo. Come? Disgregando la famiglia che si trasforma da una entità unica in un insieme di individui staccati, autonomi, ognuno assorto nella propria individualità e portatore di propri bisogni. Perfetto! E’ quasi fatta! Adesso abbiamo rimosso dall’anima valori e riferimenti e creato dei “ consumatori “. Si possono vendere in una famiglia più auto (a secondo dei componenti), più telefonini, più televisori, più pacchetti vacanze, più … più … più … poi nel tempo convinceremo tutti che una marca è migliore dell’altra riducendo così gli sforzi e dando a tutti lo stesso prodotto. Che bello, poter indurre tutti ad utilizzare beni e servizi da noi programmati. Quel “TUTTI” presuppone la creazione di un insieme uniforme, omogeneo. Ci arriviamo attraverso l’invenzione del multiculturalismo multietnico. Che idea! Bisogna quindi persuadere la comunità umana che il mondo va in questa direzione, che è un processo irreversibile. Così svuotiamo i popoli della loro identità e diamo origine ad una melma informe di individui isolati, fragili, bisognosi di sicurezze perdute, che vanno a cercare nella corsa sfrenata ai consumi. “Avere” , regala una momentanea gratificazione attraverso l’illusione di esercitare un atto volontario di potere. Ora dobbiamo però schedare questa massa melmosa, perché abbiamo bisogno di sapere tutto di ognuno e senza forzature di legge. Come? Attraverso una lunga serie di badge, tessere o servizi che pur di averli ognuno fornirà spontaneamente tutte quelle informazioni che un tempo si celavano sotto la voce di “privacy” : conti corrente, carte di credito, carte dei supermercati, indirizzo e.mail, tessera del benzinaio, della palestra e via dicendo. Ma l’apice sarà raggiunto dall’invenzione dei social network, un sistema virtuale dove ognuno riversa tutto di se stesso. E’ fatta! Adesso abbiamo una quantità tale di informazioni che renderà possibile il controllo di tutte le interazioni sociali ed economiche. Conosciamo gusti, tendenze, abitudini, utilizzo del denaro, movimenti … di ognuno. Possiamo programmare ed esercitare il nostro potere in modo occulto. Nessuno si accorgerà del numeretto che porta sulla testa e della azione telecomandata che sta compiendo. Ognuno si muoverà nell’illusione di una libertà reale che noi sappiamo essere virtuale.

Abbiamo solo immaginato, è un gioco.


Fonte foto: http://www.panoramasanita.it/?p=6831

                     




Scrivi

Commenti



b e l l i s s i m o pezzo

annamaria raffa 12/03/2015 19:40



Inserisci il tuo Commento

Nome*:
Cognome*:
Mail*:
Sito Web:
Commento*:
( )

*Campi Obbligatori

Il nostro Blog è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul nostro blog

Non sono consentiti: 
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome) 
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Informativa art.13 D. Leg 196/2003.
Desideriamo informarla che il D. Leg. N. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della sua riservatezza e dei suoi diritti. Ai sensi dell'art.13 del D.Leg.196/2003 le forniamo, quindi, le seguenti informazioni
1)I dati da lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità; concernenti l'attivitàinformatica del sito
2)Il conferimento dei dati è; facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza
3)I dati da lei forniti non saranno oggetto di divulgazione

Opinionista - Divulgatore
Opinionista - Divulgatore