CENACOLO
Diventa protagonista di questo spazio, scrivici agli appositi indirizzi che trovi all'interno delle sezioni.
Pubblicizza in questo spazio i tuoi eventi
Scatti
Varie di Marina Repetto
Sport
Opinioni a cura di Romolo Rossi
Storia
Contribuisci a diffondere la storia della tua terra

Messina dal basso: cosa cambia?
Di Annamaria Raffa, Lunedì 19 Gennaio 2015 - Commenti (0)

Leggendo i fatti politici degli ultimi tempi, non è necessario arrivare alla fine della querele per ritrovarmi già in una gran confusione: ma Accorinti è di destra o di sinistra? Credevo che fosse un po’ a sinistra con il radical di “Cambiamo Messina dal basso” , con un “lieve cedimento a destra”: lo chic di “Indietrononsitorna”. A un certo punto si parla di MSI, e che centrano mai i fascisti adesso? Per chiarezza ho dovuto rifarmi al testo del Signor G:
Tutto il vecchio moralismo è di sinistra, la mancanza di morale è a destra: Evidentemente i signori radical del movimento non avevano mai incontrato dietro, avanti, sopra e sotto le quinte il tanto contestato quasiassessore. Il carro del vincitore può sembrare sufficientemente ampio rispetto le stanze di governo e il tempo della campagna elettorale rimane sempre il più prolifico per matrimoni inusuali; ma dopo i confetti si vedono i difetti, a luna di miele finita si scopre di aver messo in casa un estraneo, dimenticando che si è stati di bocca buona se c'era da raccattare voti come regali nuziali.
I radical volevano cambiare Messina dal basso partendo non esattamente dall'ultimo gradino, avendo come colleghi professori universitari, azionisti finanziari e dirigenti sanitari. Si preferisce imbiancare il sepolcro e che il quasiassessore contestato dalla ribalta ritorni dietro le quinte, così un giorno potremmo parlare di burattinai ed eminenze grigie ...e dire sempre che non lo sapevamo.

Con la scusa di un contrasto che non c'è : “mostrando i pugni nudi gli amici tutti quanti”, il signor Renato e i signori assessori, “gridarono per Giove, le nozze vanno avanti !“ e negano ogni crisi coniugale, i radical andranno avanti con gli chic; Pasolini: «Avete facce di figli di papà. (..) Buona razza non mente. (…) Siete pavidi, incerti, disperati (benissimo!) ma sapete anche come essere prepotenti, ricattatori, sicuri e sfacciati: prerogative piccolo-borghesi, cari.” La rivoluzione oggi no, domani forse, ma dopodomani...sicuramente. Manzoni: “Il forte si mesce col vinto nemico, col novo signore rimane l’antico; l’un popolo e l’altro sul collo vi sta. Dividono i servi, dividon gli armenti; si posano insieme sui campi cruenti d’un volgo disperso che nome non ha”.

La risposta delle masse è di sinistra, con un lieve cedimento a destra: l'unico divorzio che sembra essersi concretizzato è quello con la stampa. La stampa, “certa” o incerta, è tutta certissima nel disconoscere questo figlio ingrato che ha contribuito a creare: il quarto potere lesa la propria maestà è decisamente suscettibile alle critiche; attenzione a non cedere allo stesso peccato dell’imputato, accettate le critiche con ironia, specie se le ritenete infondate, tutti abbiamo padroni, solo guinzagli più o meno stretti. Il signor Renato non è più “il più bello del reame”, e lui non si ritrova più nello “specchio delle sue brame” a cui era così affezionato, vittima della sua vanità : chi di spada ferisce, di spada perisce.

E il Signor Elio? Appurato che preferisce il culatello alla mortadella, il bagno alla doccia, si conferma così inevitabilmente di destra. Senza una parola in più del dovuto e senza sconfessare se stesso, toglie elegantemente in disturbo (inusuale sia per la destra che per la sinistra); di gran lunga il mio preferito, diviene il mio eroe per caso, ops..ma io non ero di sinistra?


Fonte foto: http://www.trend-online.com

                     




Scrivi

Commenti

Non ci Sono ancora commenti per questa discussione. Riprova più tardi, Grazie.



Inserisci il tuo Commento

Nome*:
Cognome*:
Mail*:
Sito Web:
Commento*:
( )

*Campi Obbligatori

Il nostro Blog è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul nostro blog

Non sono consentiti: 
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome) 
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Informativa art.13 D. Leg 196/2003.
Desideriamo informarla che il D. Leg. N. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della sua riservatezza e dei suoi diritti. Ai sensi dell'art.13 del D.Leg.196/2003 le forniamo, quindi, le seguenti informazioni
1)I dati da lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità; concernenti l'attivitàinformatica del sito
2)Il conferimento dei dati è; facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza
3)I dati da lei forniti non saranno oggetto di divulgazione

Assistente Sociale
Terminato il liceo scientifico si laurea in Scienze politiche corso di studi di servizio sociale, presso l' Università di Messina.
Ha esercitato la professione di assistente sociale e ogni altra professione le sia capitato di svolgere, sempre nell'ambito dei servizi sociali.