CENACOLO
Diventa protagonista di questo spazio, scrivici agli appositi indirizzi che trovi all'interno delle sezioni.
Pubblicizza in questo spazio i tuoi eventi
Scatti
22° Jamboree mondiale 2011 a Rinkaby(Svezia)
Sport
Opinioni a cura di Romolo Rossi
Storia
Contribuisci a diffondere la storia della tua terra

La migliore offerta
Di Annamaria Raffa, Giovedì 28 Marzo 2013 - Commenti (2)

Quando sei molto piccolo ami chiunque si occupi di te, anche se fa cose che non comprendi, anche se accadono cose non piacevoli, ti fidi ed ami, come gli anatroccoli potresti chiamare madre e padre chiunque ti trovi accanto. Chi subisce quest’amore si vede negli occhi dell’altro e per la prima volta sente di esistere davvero: avverte l’affidamento assoluto, incondizionato e sperimenta l’onnipotenza. Chi tradisce questo amore ha tradito la sua occasione unica della vita.
Quando sei molto piccolo Ami per necessità, ami per sopravvivenza.
Quando sei adolescente hai sentimenti e sensazioni forti che non sai riconoscere e che cominci a chiamare “Amore”, usi e abusi della parola. Insegui molto spesso chi non ti ama e rifiuti chi ti cerca, perché l’amore deve essere emozione forte, struggimento se no non è amore. L’amore dell’adolescenza è  unidirezionale, condizionabile e volubile, è più immaginato che realmente vissuto.
Quando sei adolescente Ami perché è l’unica cosa che sai fare.
Quando sei adulto credi di sapere che cosa è l’amore e cosa vuoi da lui.. e hai già commesso il primo errore.   Credi di sapere come vuoi essere amato, ma non ti chiedi come tu sai amare. Gli adulti fanno leggi sull’amore, decidono cosa è morale, cosa è legale, cosa è da tutelare. Quando sei adulto hai così tante pretese, sovrastrutture ed esperienze che l’amore diventa una scommessa, scommessa su te stesso, su l’altro, scommessa che l’amore possa sopravvivere a voi, nonostante a voi. E l’amore diventa quasi un miracolo. Nella canzone dei Vecchi amanti si canta “ (…) c'é voluto del talento per riuscire ad invecchiare senza diventare adulti” , ci vuole talento per credere di saperne molto di più, sapendone sempre meno.  
Quando sei adulto Ami credendo di saperlo fare.
“So di non sapere”, non so niente sull’amore e lo temo,  ma so cosa per me non è, un cantautore diceva che “costruire è sapere rinunciare alla perfezione”, nessuno ti amerà mai come vuoi essere amato, ma solo come sa amare, a volte basterà, a volte no.


Fonte foto:

                     




Scrivi

Commenti



Spesso crediamo che l’amore abbia una forma e un svolgimento già noto …sempre lo stesso. Esso è imprevedibile nel suo inizio, perché è un incontro, implica un lavoro che ha la forma dell’impegno con l’altro, perché introduce il cambiamento del proprio sguardo, ed è ancora più imprevedibile nella sua fine, perché l’amore non è fermato dalla parola morte

“Ma fra l’attesa e il suo compimento
fra il primo tema e il testamento che cosa c’è?
Nel mezzo c'è tutto il resto
e tutto il resto è giorno dopo giorno
e giorno dopo giorno è silenziosamente costruire
e costruire è sapere e potere rinunciare alla perfezione”

…allora, come si usa dire, caliamo le braghe? Ci accontentiamo di ciò che passa il convento? …cioè, dell’imperfezione?
Questa era la prima interpretazione della rinuncia alla perfezione, ed era venuta fuori prepotente nelle prime discussioni con alcuni amici su questa canzone di Fabi. Viceversa, credo sia esperienza comune (o comunque a me è capitato diverse volte) che talvolta per costruire qualcosa di solido, che non possa essere fermato neanche dalla morte, occorre fare un passo indietro, lasciare spazio all’altro e guardarlo con un pochino di distanza e di stupore.

La canzone conclude:

“Ti stringo le mani, rimani qui
cadrà la neve a breve”

La canzone conclude con l’abbraccio di un “Tu” che solo può reggere il dramma di tale lavoro umano, e grande è la metafora della neve che sembra seppellire le cose nell’attesa del “risveglio primaverile” che avverrà al momento dovuto.

A questo punto ci sta questa citazione di C. Péguy che descrive l’Amore di Dio:

"Se Dio ti chiama / bambina mia / se Dio ha dei progetti su di te / e le vie di Dio sono insondabili / e le intenzioni di Dio sono segrete / i progetti di Dio sono eterni / … se Dio ti chiama / se Dio ha delle intenzioni su di te / tu non troverai mai riposo / il pane quotidiano del riposo / il riposo come gli altri / il riposo di tutti / il riposo su questa terra".

…e la vita, nel lavoro, diventa avventura!

Riccardo Tringali 28/03/2013 22:57



...Complimenti!

Giuseppe Trifilò 28/03/2013 14:02



Inserisci il tuo Commento

Nome*:
Cognome*:
Mail*:
Sito Web:
Commento*:
( )

*Campi Obbligatori

Il nostro Blog è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul nostro blog

Non sono consentiti: 
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome) 
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Informativa art.13 D. Leg 196/2003.
Desideriamo informarla che il D. Leg. N. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della sua riservatezza e dei suoi diritti. Ai sensi dell'art.13 del D.Leg.196/2003 le forniamo, quindi, le seguenti informazioni
1)I dati da lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità; concernenti l'attivitàinformatica del sito
2)Il conferimento dei dati è; facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza
3)I dati da lei forniti non saranno oggetto di divulgazione

Assistente Sociale
Terminato il liceo scientifico si laurea in Scienze politiche corso di studi di servizio sociale, presso l' Università di Messina.
Ha esercitato la professione di assistente sociale e ogni altra professione le sia capitato di svolgere, sempre nell'ambito dei servizi sociali.