CENACOLO
Diventa protagonista di questo spazio, scrivici agli appositi indirizzi che trovi all'interno delle sezioni.
Pubblicizza in questo spazio i tuoi eventi
Scatti
Eruzioni Vulcaniche
Sport
Opinioni a cura di Romolo Rossi
Storia
Contribuisci a diffondere la storia della tua terra

Non toccateci il Natale
Di Pippo Nostro, Venerdė 30 Novembre 2012 - Commenti (0)

Ci risiamo. Ci apprestiamo a vivere uno dei periodi più gioiosi e cari alla nostra cultura ed alle nostre tradizioni, e spuntano i soliti dementi detrattori pronti a cancellare con la loro follia un altro pezzo delle nostre radici. E’ NATALE e checché se ne dica in gran parte del mondo, occidentale e non, si festeggia questa ricorrenza con immagini, suoni e simboli che ricordano la nascita di Nostro Signore Gesù Cristo. E’ vero che la festività è oggi intrisa di consumismo che tenta di offuscare il senso di religiosità, ma nel profondo di ognuno il Natale risveglia sempre l’essenza più forte della cristianità. Purtroppo da qualche parte, qualcuno si sente in diritto di impedire ad altri di godere di questo periodo festoso, vietando rappresentazioni e simboli che richiamano il Natale. Manipolando ed oscurando tutto con l’ipocrita motivazione del rispetto per le altre religioni… ma quali? Quelle che uccidono i cristiani e distruggono le loro chiese? Quelle che impediscono la scolarizzazione delle donne? Quelle che puniscono le conversioni con la morte? Quelle che imprigionano le donne in una esistenza invisibile? O quali altre. Di cosa stiamo parlando? Il rispetto dovremmo pretenderlo noi, nella nostra terra. Il rispetto verso le nostre tradizioni, la nostra cultura, la nostra religione, deve essere una condizione indiscutibile per chi viene nel nostro Paese ed è sempre ben accolto, tutelato, assistito, a volte ancor più dei nostri concittadini. Siamo noi a dover essere rispettati nel nostro modo di vivere. Ce la mettiamo tutta per dialogare, confrontarci, cercare di tirare fuori il meglio di ognuno, ma questo atteggiamento viene costantemente scambiato per debolezza. Ed ecco che spunta fuori chi vuole togliere i Crocifissi dalle scuole, dagli uffici pubblici, cancellare il Presepio, confutare ed abolire Resurrezione e Pasqua, cacciare il Papa, impossessarsi del Vaticano, eliminare i sacerdoti, e così via… Mi piacerebbe che nuovamente si riempissero le strade di quelle nenie natalizie che accompagnavano le nostre giornate in questo periodo. Non si sentono più neanche nei caroselli pubblicitari quei canti di natale che per tanti anni hanno fatto da colonna sonora per i prodotti più disparati. Sembra essere percepito quasi come una colpa od una vergogna l’accennare ad una classica melodia natalizia. Sono scomparsi anche i zampognari che con i loro suoni portavano gioia e calore nell’animo di grandi e piccini. Ma in nome di che cosa ci siamo prestati a questo scempio? Quale arricchimento ne abbiamo avuto? Immolando tutto ad una falsa concezione di modernismo ci stiamo svuotando di ogni valore, si sta precipitando in un vuoto esistenziale che porta a rinnegare tutto lasciandoci interpreti del nulla. Un nulla esistenziale che evoca l’elaborazione filosofica del nichilismo di Nietzsche, che tutto distrugge per dar corso alla nascita del “superuomo”.
Al macero tutto questo negativismo e negazionismo.
Viva la gioia e la bellezza. Viva il Natale con le sue luci e i suoi colori, con il Presepe e l’Albero, con i suoi mercatini e i suoi canti, “Astro del Ciel” “Bianco Natale” “Jingle Bells”,con i suoi giochi e raduni conviviali, con l’Avvento e la Natività. VIVA il NATALE.


Fonte foto:

                     




Scrivi

Commenti

Non ci Sono ancora commenti per questa discussione. Riprova pių tardi, Grazie.



Inserisci il tuo Commento

Nome*:
Cognome*:
Mail*:
Sito Web:
Commento*:
( )

*Campi Obbligatori

Il nostro Blog è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul nostro blog

Non sono consentiti: 
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome) 
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Informativa art.13 D. Leg 196/2003.
Desideriamo informarla che il D. Leg. N. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della sua riservatezza e dei suoi diritti. Ai sensi dell'art.13 del D.Leg.196/2003 le forniamo, quindi, le seguenti informazioni
1)I dati da lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità; concernenti l'attivitàinformatica del sito
2)Il conferimento dei dati è; facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza
3)I dati da lei forniti non saranno oggetto di divulgazione

Opinionista - Divulgatore
Opinionista - Divulgatore