CENACOLO
Diventa protagonista di questo spazio, scrivici agli appositi indirizzi che trovi all'interno delle sezioni.
Pubblicizza in questo spazio i tuoi eventi
Scatti
Eruzioni Vulcaniche
Sport
Opinioni a cura di Romolo Rossi
Storia
Contribuisci a diffondere la storia della tua terra

Earworms
Di Pippo Nostro, Mercoledý 5 Settembre 2012 - Commenti (0)

Quante volte è accaduto ad ognuno di noi di essere rapito da una melodia, un motivetto che si insinua nella nostra mente e non ci abbandona per ore. Ascoltato per radio o in un messaggio pubblicitario od ancora, la colonna sonora di un film. Una musica che ci ha trasmesso, in quel preciso istante, delle emozioni particolari che si staglieranno in un angolo definito del nostro cervello per emergere improvvisamente in un momento qualunque della nostra giornata. Questo meccanismo mentale è definito col termine “Earworm” - verme dell’orecchio – cioè una melodia che attraverso l’orecchio si fa strada fino al cervello proprio come un verme e lì staziona fin quando riemerge e comincia a ronzare nelle nostre orecchie anche indipendentemente dalla nostra volontà. Un gruppo di ricercatori del Dartmouth College negli Stati Uniti, ha individuato la regione del cervello ove vengono immagazzinati questi Earworms, la corteccia uditiva, da dove possono essere facilmente richiamati. Si è scoperto che le parole od immagini veicolate dalla musica possono, allo stesso modo, essere ricordate con facilità, favorendo così l’apprendimento di un contesto in un tempo più rapido. La musica mette l’ascoltatore in uno stato di allerta rilassato e funge quindi da catalizzatore per la memorizzazione delle parole o delle immagini. Alcune aziende cominciano ad usare e proporre questo sistema per l’apprendimento rapido delle lingue. E pare che funzioni. Il settore pubblicitario da tempo ha capitola potenzialità di penetrazione ed assuefazione di questi earworms e li utilizza con arroganza e fraudolenza in modo subliminale. Un esempio eclatante è dato dallemelodie dei giochini per bimbi, innocue in apparenza, che spesso ripetono il motivetto che supporta uno short pubblicitario. In questo modo si introduce nel cervello una melodia associata ad un momento di gioia che successivamente per induzione renderà gradevole ogni cosa veicolata dalla stessa musica e quindi anche il prodotto che si vuole commercializzare.
Gli earworms possono anche evidenziare una sindrome ossessivo-compulsiva, ma sono casi non frequenti che si manifestano in soggetti con patologie predisponenti. Di norma ci accompagnano piacevolmente per qualche ora per smarrirsi poi nella sequenza di accadimenti che caratterizzano la nostra quotidianità ed essere quindi marginalizzati.
Pare che ne siano colpite più le donne che gli uomini.

Si stanno valutando diversi percorsi per l’utilizzo di questo meccanismo psichico soprattutto in settori dove la proiezione di concetti e linguaggio è fondamentale. Legare questi ad una melodia orecchiabile ne rende più semplice l’assimilazione e più immediata l’identificazione. Stiamo attenti dunque al prossimo ronzio, sempre che non si tratti di acufene, a non farci trasportare da una dolce melodia verso qualcosa o qualcuno indesiderati o delle quali comunque non ne sentivamo il bisogno.
Buon ascolto.


Fonte foto:

                     




Scrivi

Commenti

Non ci Sono ancora commenti per questa discussione. Riprova pi¨ tardi, Grazie.



Inserisci il tuo Commento

Nome*:
Cognome*:
Mail*:
Sito Web:
Commento*:
( )

*Campi Obbligatori

Il nostro Blog è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul nostro blog

Non sono consentiti: 
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome) 
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Informativa art.13 D. Leg 196/2003.
Desideriamo informarla che il D. Leg. N. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della sua riservatezza e dei suoi diritti. Ai sensi dell'art.13 del D.Leg.196/2003 le forniamo, quindi, le seguenti informazioni
1)I dati da lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità; concernenti l'attivitàinformatica del sito
2)Il conferimento dei dati è; facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza
3)I dati da lei forniti non saranno oggetto di divulgazione

Opinionista - Divulgatore
Opinionista - Divulgatore