CENACOLO
Diventa protagonista di questo spazio, scrivici agli appositi indirizzi che trovi all'interno delle sezioni.
Pubblicizza in questo spazio i tuoi eventi
Scatti
Aerei Supersonici
Sport
Opinioni a cura di Romolo Rossi
Storia
Contribuisci a diffondere la storia della tua terra

Vanità di vanità
Di Pippo Nostro, Marted́ 17 Luglio 2012 - Commenti (0)

Il 20 agosto del 1977 venne lanciata da Cape Canaveral la sonda spaziale Voyager 2. La missione affidata alla sonda era quella di osservare da vicino i pianeti Giove e Saturno e successivamente Urano e Nettuno. Adempiuta con successo l’intera missione il Voyager 2 proseguì il suo viaggio nell’universo abbandonando il sistema che gravita attorno alla nostra stella di riferimento. Nel dicembre del 2007, la sonda attraversava la “termination shock” – zona limite della influenza del campo magnetico del sole - . Dai confini del sistema solare il Voyager 2 scattò un’ultima foto verso la Terra. In questa foto la Terra è rappresentata da un puntino azzurro dentro un raggio di sole, perso nel buio infinito dell’universo. Ebbene, all’interno di questo puntino vive una specie - l’uomo - che ritmicamente e costantemente, negli spazi temporali della propria esistenza, viene posseduto da raptus di onnipotenza. L’uomo, estremizzando in modo perverso l’esercizio della propria ragione, percepisce i propri limiti come una gabbia e si lascia andare al delirio ed alla follia per vincere la costrizione avvertita. Sono questi i momenti in cui si assimila a Dio nell’illusione di avere acquisito il potere della creazione e del controllo e riorganizzazione dei sistemi. E così assistiamo periodicamente a pomposi annunci conclamati ed a successive timide e meschine smentite. Recentemente ricordo l’enfasi con la quale si diffondeva la notizia dei “neutrini più veloci della luce” salvo poi smentire tutto ed attribuire il flop ad una anomalia negli strumenti del Cern usati per la misurazione. Si è detto anche di creazione della vita, si è sperimentata la clonazione, si ipotizza l’ibernazione per avere l’illusione dell’eternità...e così via. Adesso è la volta della “Particella di Dio”, così denominato il bosone teorizzato da Peter Higgs che, se ne viene verificata l’esistenza aiuterebbe a comprendere la natura di quel 95% di materia ed energia oscura che costituisce l’universo. La parte di energia e materia che noi percepiamo ne costituisce solo il 5%. In seguito la notizia è stata ridimensionata, ma verrebbe da dire...ci risiamo! E’ legittimo che l’uomo si impegni strenuamente per comprendere e migliorare la propria esistenza ma è assurdo che ad ogni conquista della scienza si debba far corrispondere un tratto di gomma sul concetto di Dio. E soprattutto bisogna sempre tenere presente che tutto quello che si scopre GIA’ ESISTEVA. Siamo menti rinchiuse in un corpo che da sempre cerca ossessivamente di spezzare questo limite e volare in alto. Conflitto che cesserà con l’ultimo respiro quando finalmente si comprenderà che “tutto è vanità”. Vanitas vanitatum et omnia vanitas recita un versetto del libro del “QOHELET”. Testo redatto in Giudea nel IV o III secolo a.c., necessariamente da leggere e meditare, considerando che la nostra società è sempre più impregnata di edonismo ed egoismo. Ridiamo uno sguardo alla foto scattata dal Voyager 2, noi siamo dentro quel piccolissimo puntino, una piccola specie vagante in un infinito universo zeppo di misteri.


Fonte foto:

                     




Scrivi

Commenti

Non ci Sono ancora commenti per questa discussione. Riprova più tardi, Grazie.



Inserisci il tuo Commento

Nome*:
Cognome*:
Mail*:
Sito Web:
Commento*:
( )

*Campi Obbligatori

Il nostro Blog è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul nostro blog

Non sono consentiti: 
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome) 
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Informativa art.13 D. Leg 196/2003.
Desideriamo informarla che il D. Leg. N. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della sua riservatezza e dei suoi diritti. Ai sensi dell'art.13 del D.Leg.196/2003 le forniamo, quindi, le seguenti informazioni
1)I dati da lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità; concernenti l'attivitàinformatica del sito
2)Il conferimento dei dati è; facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza
3)I dati da lei forniti non saranno oggetto di divulgazione

Opinionista - Divulgatore
Opinionista - Divulgatore