CENACOLO
Diventa protagonista di questo spazio, scrivici agli appositi indirizzi che trovi all'interno delle sezioni.
Pubblicizza in questo spazio i tuoi eventi
Scatti
Snowboard
Sport
Opinioni a cura di Romolo Rossi
Storia
Contribuisci a diffondere la storia della tua terra

D'amore,di morte e di altre stupidaggini
Di Annamaria Raffa, Lunedý 25 Giugno 2012 - Commenti (4)

Leggendo le tracce della prova d’italiano di quest’anno mi colpisce lo scritto di Montale “Ammazzare il tempo”, e in particolare: “Passare il tempo (….) ossia un modo di divagare dal pericoloso mostro, di allontanarsene. Ammazzare il tempo non si può senza riempirlo di occupazioni che colmino quel vuoto. E poiché pochi sono gli uomini capaci di guardare con fermo ciglio in quel vuoto, ecco la necessità sociale di fare qualcosa, anche se questo qualcosa serve appena ad anestetizzare la vaga apprensione che quel vuoto si ripresenti in noi”.
Guardando con diffidenza gli altruismi spropositati e i martiri delle cause, ho sempre pensato ci fosse più o meno una tensione come questa dietro ogni gesto eroico e azione nobile, ritenendo che ciascuno si muove per logiche, tensioni e pulsioni personali, ma tutti con il movente del Principio di piacere o Volontà di potenza.
A fronte di chi, la sua quotidianità cerca di viverla facendo la differenza, noi borghesi piccolissimi , facendo nostro il detto di Brecht “sventurata quella terra che ha bisogno di eroi”, diciamo che con quel vuoto abbiamo imparato a conviverci, e con una malcelata invidia verso gli “impegnati”, ci lasciamo semplicemente stare.
I primi ritengono come lo scrittore E. Galeano, che l’Utopia è come l’orizzonte, irraggiungibile ma ti fa continuare a camminare, noi siamo, di Gaber gli “uomini inseriti che attraversano ossequiosamente lo squallore della propria sopravvivenza quotidiana”, privi del sogno, della tensione del volo, della necessità di una morale diversa, del desiderio di cambiare le cose, dello slancio di essere più di se stesso. Noi non saremo mai vivi e felici, perché gli altri non lo saranno con noi.
Questo avrei scritto, se avessi fatto l’esame di stato quest’anno, o forse no, si dice che se a vent’anni non sei un rivoluzionario non hai cuore, se lo sei ancora a quaranta, non hai testa.

Ma sarei come sempre, andata fuori tema.


Fonte foto:

                     




Scrivi

Commenti



sessanta mi pare un discreto numero per uno scaramantico bilancio dei danni causati..

annamaria raffa 29/06/2012 14:30



Wilde diceva che esiste solo una cosa peggiore di non avere quello che desideri. Ed Ŕ averlo. Il desiderio la sua (in)soddisfazione Ŕ la personale consolazione quotidiana.Ma non sempre basta.

annamaria raffa 28/06/2012 11:18



Importante Ŕ non consumare il tempo.
Non abbiamo bisogno di eroi ma di uomini e donne normali che sognano una vita, una societÓ, un ambiente, una morale diversi. Mi domando ... come pu˛ definirsi un sessantenne che continua ad essere rivoluzionario ?

antonino dalmazio 26/06/2012 22:30



Ogni volta che escono le tracce dei temi d'italiano rimango stupefatto: chi li scrive? E costui ha mai vissuto un ultimo anno di scuole superiori nella vita? Con quale "attrezzatura" culturale pu˛ uno studente di 18 anni, oggi, affrontare certi "temi"? Non so proprio, Annamaria, se avresti potuto scrivere questo bel commento nel tuo tema d'esame, ma certo l'averlo scritto adesso vuol dire che il tempo l'hai ucciso bene. Anche se questa nozione di tempo da uccidere Ŕ solo un'ereditÓ moderna, cui forse potremmo rinunciare (ri)pensandoci in quanto esseri umani... aggrappati a un desiderio.

Alberto Trobia 25/06/2012 17:55



Inserisci il tuo Commento

Nome*:
Cognome*:
Mail*:
Sito Web:
Commento*:
( )

*Campi Obbligatori

Il nostro Blog è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul nostro blog

Non sono consentiti: 
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome) 
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Informativa art.13 D. Leg 196/2003.
Desideriamo informarla che il D. Leg. N. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della sua riservatezza e dei suoi diritti. Ai sensi dell'art.13 del D.Leg.196/2003 le forniamo, quindi, le seguenti informazioni
1)I dati da lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità; concernenti l'attivitàinformatica del sito
2)Il conferimento dei dati è; facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza
3)I dati da lei forniti non saranno oggetto di divulgazione

Assistente Sociale
Terminato il liceo scientifico si laurea in Scienze politiche corso di studi di servizio sociale, presso l' UniversitÓ di Messina.
Ha esercitato la professione di assistente sociale e ogni altra professione le sia capitato di svolgere, sempre nell'ambito dei servizi sociali.