CENACOLO
Diventa protagonista di questo spazio, scrivici agli appositi indirizzi che trovi all'interno delle sezioni.
Pubblicizza in questo spazio i tuoi eventi
Scatti
Spiagge
Sport
Opinioni a cura di Romolo Rossi
Storia
Contribuisci a diffondere la storia della tua terra

Il palcoscenico č pronto
Di Pippo Nostro, Giovedė 7 Giugno 2012 - Commenti (0)

E così anche l’ennesima catastrofe si è trasformata in un enorme palcoscenico a cielo aperto per i nostri soliti noti. Li vediamo aggirarsi tra le macerie, con la maschera d’occasione, alla ricerca di una telecamera ed un microfono per una ulteriore performance ricca di...l’avevamo detto bla bla...proporremo un legge bla bla...predisporremo un sistema di prevenzione bla bla...l’efficienza della protezione civile bla bla...costernazione...visi compunti...strette di mano, saluti e via...alla prossima. Ed intanto noi massa ignorante ad ogni disgrazia ci accorgiamo via via, che i capannoni erano di cartapesta o che un argine era stato abbattuto improvvidamente o ancora, che una montagna non era stata arginata, di una costruzione sul greto del fiume, e ancora, edifici abilitati all’uso che incredibilmente crollano o qualunque altra sventura frutto di corruzione, controlli inesistenti, superficialità, incuria. Ma dentro le bare finiscono sempre dei poveri innocenti, gente qualunque, altri “noi”, attori di una normale ed anonima quotidianità che per COLPA di chi non pagherà mai il conto, non potranno più continuare a sognare. Intanto, le solite figure marce, arginate dentro le loro corazze impenetrabili, diranno, proporranno, faranno, rimandando ad un tempo futuro che per sempre resterà futuro. L’unico immediato provvedimento è sempre il solito aumento delle accise sui carburanti prodotto da una classe dirigente con fantasia spiccata. Eppure viviamo in un paese ad alto rischio sismico e idrogeologico dove dovrebbe essere di rilevanza primaria la figura del geologo, soprattutto nelle istituzioni pubbliche. Ma così non è. In Italia ci sono 15 mila geologi iscritti all’albo, ma le difficoltà di impiego sono tali che le iscrizioni ai vari corsi di laurea in scienze biologiche sono in costante diminuzione. Un serio piano di manutenzione e messa in sicurezza del patrimonio immobiliare e del territorio, di questa vituperata Italia transeunte oltrechè il rispetto di basilari norme ambientali, potrebbero dar vita a piani di lavoro per molti anni a venire in settori che certamente farebbero da volano ad una economia attualmente in palese difficoltà per motivi endogeni ed esogeni. Ma noi siamo il paese delle emergenze, un paese che ha cancellato il lemma “prevenzione” dal lessico ordinario e dalle proprie menti. Un paese che non programma, non guarda avanti, per poi trovarsi irrimediabilmente con le spalle al muro. Un paese che non attenziona la ricerca, che disattende lo sviluppo, arroccato in uno status quo che ha reso l’aria irrespirabile, lasciando quasi tutto nelle mani dei soliti pochi, inetti, immobili, disaffezionati e distaccati, per i quali ogni mutamento equivarrebbe alla perdita di qualche briciola, che non tollerano!
Italia transeunte dicevo, costata tanto sangue ai nostri antenati, seppure riconosciamo di averne, pericolosamente avviata verso una dissoluzione che se non arginata non lascerà posteri.


Fonte foto:

                     




Scrivi

Commenti

Non ci Sono ancora commenti per questa discussione. Riprova pių tardi, Grazie.



Inserisci il tuo Commento

Nome*:
Cognome*:
Mail*:
Sito Web:
Commento*:
( )

*Campi Obbligatori

Il nostro Blog è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul nostro blog

Non sono consentiti: 
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome) 
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Informativa art.13 D. Leg 196/2003.
Desideriamo informarla che il D. Leg. N. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della sua riservatezza e dei suoi diritti. Ai sensi dell'art.13 del D.Leg.196/2003 le forniamo, quindi, le seguenti informazioni
1)I dati da lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità; concernenti l'attivitàinformatica del sito
2)Il conferimento dei dati è; facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza
3)I dati da lei forniti non saranno oggetto di divulgazione

Opinionista - Divulgatore
Opinionista - Divulgatore